Annunci

Monologo Alma, 2 a 0 e ad un solo passo…

ANG_8128Secondo atto, seconda storia cestistica sotto le volte dell’Alma Arena. Alma Trieste e Fortitudo Bologna di fronte per l’ennesimo scontro ad alto tasso di fisicità di queste semifinali playoff A2.

Difese al limite del fallo e tanti tiri contestati, l’inizio di partita registra un “gol” di Parks dopo due minuti; Alma in accelerata nelle consuete transizioni offensive, Sul risultato di 8 a 2 coach Boniciolli è costretto al time out. Justin Knox torna ad essere devastante in area pitturata come in gara 1, mentre Parks commette un pesante secondo fallo. Matteo Da Ros è onnipotente, porta a spasso mezza Fortitudo e Trieste è avanti di 18 nel pandemonio dell’Alma Arena. Bologna ha un atteggiamento troppo molle per i “cani rabbiosi” in maglia rossa, gli unici dividendi arrivano dalla lunetta: primo quarto chiuso 32-12. Inizio di seconda frazione con la squadra ospite decisamente più incline a rispondere ai dettami difensivi di Boniciolli, Montano con 5 punti consecutivi riporta i suoi a 13 punti. Come sempre nei momenti problematici giuliani ci pensa Daniele Cavaliero con una tripla ignorante a rimettere le cose a posto: 39-20. Tante gite in lunetta per i felsinei, il punteggio si muove ma non l’inerzia, anche perché Cavaliero vede vasche da bagno al posto del canestro; terna arbitrale molto molto fiscale, torna il metro che piace poco nella post season. Terzo fallo di Italiano (rivedibile), Alma molto fallosa ai liberi (Da Ros su tutti), squadre all’intervallo con allungo triestino sul 50-31.

Terzo fallo per Jordan Parks per una variabile che può incidere nell’economia della gara; quarto fallo di Coronica punito anche nei pensieri, resta il fatto che la squadra di Dalmasson ha il doppio dell’energia dell’avversaria: tecnico a Legion e il punteggio segno 57-33. L’americano di Bologna perde la testa e si autoesclude dalla partita con una palla persa puerile, coach Boniciolli allarga le braccia sconsolato. Jordan Parks manda in visibilio l’Alma Arena con l’ennesima tripla, +29 toccato a metà frazione. Sempre dalla lunetta la Fortitudo muove il punteggio, Dalmasson a chiamare time out per arginare un piccolo momento di impasse dei suoi: 62-41. Quarto fallo di un dominante Parks, terzo quarto chiuso con flirt cestistico della coppia Da Ros-Baldasso: 69-48. Da Ros è in estatico momento baskettaro, la squadra si affida alle sapienti mani, al ritmo del “red-wall” Trieste si avvia a conquistare la seconda partita della serie. Il solito punto esclamativo di Green al match, palla recuperata e gioco da tre punti: 79-54 e titoli di coda ben avviati. Sei minuti di passerella Alma con ola dei 7000, finisce  91-69, un 2 a 0 ed il cantiere per la tensostruttura di Bologna momentaneamente fermo.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il maggio 31, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: