Annunci

Andrea Pecile: “dobbiamo giocare una partita di personalità e quei tifosi in fila…”

Pecile

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

Andrea Pecile come tutta l’Alma è in missione. Non c’è tempo per maturare considerazioni sui quaranta minuti di panchina in gara 1, men che meno di aprire polemiche sterili. Il giocatore prende atto della “scelta tecnica” operata da coach Eugenio Dalmasson, anteponendo il “noi” rispetto all’ “io”. Le prime considerazioni vanno nella sintetica disamina di un dominio felsineo: “ci hanno sovrastato sia fisicamente che mentalmente, la Virtus ha dimostrato di arrivare alla finale con la giusta attitudine. Per quello che mi riguarda, resto concentrato per dare il massimo come ho sempre fatto, quando avrò l’opportunità di giocare mi farò trovare pronto.” Essendo un collante dello spogliatoio e uomo di esperienza, pensa che ci siano elementi per assistere ad una redenzione sua e dell’Alma in gara 2? “Si, abbiamo sempre dimostrato nel corso della stagione di saper reagire a prestazioni deludenti, trovando le energie necessarie per riprendere la retta via. Sicuramente i tempi stretti fra un match e l’altro non ti danno il tempo per inventarti chissà cosa ma ti danno l’opportunità di risollevarti ed entrare finalmente nella serie. Dobbiamo fare una partita di personalità e di spessore, indipendentemente dal risultato finale, perchè dando tutto non vivremo di rimorsi.” Alla fine del match vi siete detti qualcosa in spogliatoio o ognuno ha metabolizzato silenziosamente la sconfitta? “Per ragioni di antidoping e logistiche non eravamo con il gruppo compatto, per cui gioco forza ci siamo ritrovati questa mattina (ieri ndr.) per analizzare il filmato della partita e capire cosa non è andato per il verso giusto.” E cosa si è evinto? “E’ emerso che abbiamo perso tutte le sfide personali con i nostri avversari, non siamo riusciti a competere con qualità; bisogna poi porre come controaltare ai nostri demeriti i meriti assoluti di una Virtus in grandissima forma.” Gara 2 alle porte, una finale e i riflettori puntati basterebbero per motivare oltre ogni logica. Ma che effetto vi fa sapere che a Trieste ci sono decine e decine di metri di coda al punto vendita per acquistare il biglietto di gara 3 dopo una sonora sconfitta all’esordio nella serie? “E’ una carica forte, credo che tutto ciò esprime in maniera esaustiva la voglia reciproca di combattere di squadra e appassionati. La simbiosi Alma-tifosi è un moto autoalimentante che genera energia. Comunque vada torneremo a Trieste e sappiamo questo cosa significhi; la strada per la serie A è ancora lunga, non solo per noi ma anche per la Virtus Bologna…”.

Annunci

Pubblicato il giugno 15, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: