Annunci

Forlì anestetizza la partita, Alma vince in volata

20171008_181415_resizedSi apre il sipario sulla stagione casalinga dell’Alma Trieste; avversaria di turno la Unieuro Forlì (senza il cannoniere Naimy), carica dopo la vittoria nel derby con Imola. Squadra di casa sempre senza Matteo Da Ros e Daniele Cavaliero, con Laurence Bowers rientrante ma da calibrare nel minutaggio.

Partenza razzo di Trieste che piazza subito un 7-0 figlio di una difesa aggressiva sugli anticipi. Servono quattro minuti per vedere la prima realizzazione ospite con Castelli, ma c’è un Prandin formato attaccante. Dane Diliegro fa la voce grossa in area pitturata, una fisicità complessa da arginare per Cittadini e soci, sul 12-6 coach Dalmasson corre ai ripari chiamando time out. Esordio per Laurence Bowers già nel primo quarto, frazione conclusa con poche segnature sul 16-10. Una partita strana, con Trieste in controllo ma senza trovare continuità offensiva, probabile retaggio di un Bowers inserito in corsa; pur senza il suo miglior giocatore (Naimy ai box per attacco influenzale), la Unieuro trova buone conclusioni al termine di giocate di squadra, -3 sul tabellone con canestro di Bonacini. Liberando l’area giuliana Forlì serve con continuità Castelli che tratta con competenza l’arancia, Alma contratta e nuovo time out di Dalmasson sul 25-24. Si sblocca Fernendez da oltre l’arco, Cittadini ricorda la vecchia scuola dalle solide basi tecniche e Trieste riprende vigore; squadre all’intervallo sul 34-28.

Javonte Green forza l’ingresso nel match ma deraglia spesso contro gli scaltri difensori romagnoli; gioca bene la squadra di Valli, trovando sempre il punto debole degli avversari, con un Castelli sugli scudi la Unieuro è a -1. C’è anche il vantaggio con Bonacini, Alma totalmente slegata e con poche idee, affidata a soluzioni dei singoli; fine terzo quarto 54-50. Subito un parziale di 0-7 per gli ospiti a confermare l’ottimo stato mentale degli uomini di Valli, vantaggio sul 54-57 e Alma Arena in un inquietante silenzio preoccupato. Ultimi cinque minuti iniziati con un messaggio chiaro: sarà battaglia fino all’ultimo possesso. Quarto e quinto fallo di Diliegro con tecnico annesso, un neo (non il primo della carriera) in una buona partita; Juan Fernandez si prende tiri pesanti e li mette, ma come sempre c’è la reazione immediata dei romagnoli. Fernandez-Green, la premiata ditta scuote l’Alma Arena con 5 punti di clamorosa importanza, tantissimi contatti negli ultimi due minuti: 69-66. Alla fine vince l’Alma con tantissima sofferenza, 75-66 alla fine e onore delle armi ad una splendida Forlì.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il ottobre 8, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: