Annunci

Abbuffata di Natale, Alma +32!

ANG_9551Volontà di riprendere il discorso vincente, pericolo distrazione derby e una Piacenza leggera senza nulla da perdere; sono questi gli ingredienti che caratterizzano il turno pre-natalizio in serie A2.

Bowers contro Infante, l’inizio del match è un affare personale fra i due: 5-4. Tanti errori e tanta approssimazione, c’è più volontà che qualità cestistica fra le tavole parchettate, Piacenza sul canestro del vantaggio si mette a “zona 3-2”. Consueto secondo fallo fischiato a Fernandez dopo neanche cinque minuti, l’Assigeco ha pazienza in attacco e sul 5-8 coach Dalmasson è costretto a chiamare time out. Tre triple di Green scuotono i biancorossi di casa, Da Ros e Cavaliero a ruota e il primo quarto si chiude con un break significativo: 20-11. Javonte Green dopo aver speculato sul tiro da oltre l’arco, torna ad attaccare il ferro con la specialità della casa, la schiacciata volante; sul massimo vantaggio (+13) coach Zanchi corre ai ripari fermando la partita. Juan Fernandez torna con la voglia di spaccare il mondo, sette punti consecutivi alla causa ma dalla parte opposta c’è un Formenti caldissimo: 33-22. Lenta e inesorabile, l’Alma allunga sulle ali dei “panchinari” extra lusso come Janelidze e Loschi, vantaggio che tocca il +21 su canestro di Bowers; silente Guyton e impreciso Alredge, Piacenza spuntata nei primi venti minuti e squadre all’intervallo con un eloquente 49-25 (con quarta tripla di Green sulla sirena).

Laurence Bowers sempre più a suo agio sul parquet, dimenticando il ginocchio ballerino; la partita si incanala sui binari di un dominio a tratti marcati: 62-35. Coach Zanchi si fa comminare un tecnico (a ragion veduta ndr.), Alma tocca il +30 con tripla di Loschi. Jonathan Alredge rimpolpa il suo personale scout dimostrando di avere numeri interessanti per la categoria; la curva giuliana entra già anzitempo in clima derby “dedicando” alcuni cori agli “amati” cugini. Fine terza frazione sul 72-44. Ultimi dieci minuti dannatamente lunghi per gli ospiti, mentalmente negli spogliatoi, Trieste attinge dalla panchina per distribuire sforzi in vista del derby. Entra e segna in penetrazione il giovane Matteo Schina, mentre i minuti scorrono serenamente senza sussulti: finisce 92-60, Alma Trieste festeggia la dodicesima perla stagionale in attesa de LA partita, quel derby con Udine atteso da questa estate. Per l’Assigeco Piacenza una sconfitta indolore, preventivata.

 

 

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

 

Annunci

Pubblicato il dicembre 23, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: