Annunci

Bergamo è perfetta per 36 minuti, poi Trieste di pura rabbia

BOWERS2Un altro testa-coda sotto le volte dell’Alma Arena: un’occasione per Trieste di ricarburare in termini di morale e punti in classifica in vista del big match di Bologna e un sereno tentativo di colpaccio per Bergamo.

Inizio di partita a suon di triple, l’ispirazione è capillare e lo spettacolo ne giova: 9-6 e time out Bergamo. Hollis si mette da subito in proprio (8 pt.) con competenza tecnica, lusso per la categoria; dalla parte opposta Bowers non è da meno (9 pt.), vantaggio esterno sul 13-14 su tripla dell’americano treccinato di Bergamo. La difesa ospite parte sempre a “zona” per poi tornare a uomo, ennesimo granello di sabbia degli allenatori avversari per grippare il meccanismo giuliano; l’attacco orobico è un orologio svizzero, trova sempre un terminale libero con conclusioni “piedi per terra” ad alta percentuale: 21-21 fine primo quarto. Laurence Bowers con una tripla riporta avanti l’Alma, terza conclusione di fila per smontare l’approccio di “zona”, ma Bergamo non sembra perdere di vista il match e con Fattori da oltre l’arco rimette il muso avanti sul 30-31. Federico Loschi come arma tattica esegue il compito in maniera eccellente, segna e difende forte; non è un caso che dalla sua pallacanestro nasca il primo break a favore dei padroni di casa sil +7. Solano e soci danno del “tu” al canestro, soprattutto per quello che concerne la tabellina del “3”: 9/11 e contro break con vantaggio sul 38-39. Si rifà vivo Giga Janelidze dopo qualche partita opaca, squadre all’intervallo con Bergamo meritatamente avanti 40-44.

Solano con un’invenzione regala il +6 ai suoi, un’ispirazione balistica che non sembra abbandonare gli ospiti. Si alzano i decibel all’Alma Arena, segno inequivocabile di una Bergamo di assoluto livello; torna ad attaccare il ferro Javonte Green, una sua schiacciata violenta rianima la squadra, ma dalla parte opposta c’è Solano che vede vasche da bagno al posto del canestro: 50-55. Implode l’attacco triestino stagnato su azioni estemporanee dei singoli, sul +7 Fattori sbaglia la tripla della possibile inerzia definitiva. Cavaliero realizza i primi punti al 27esimo minuto, Trieste aspetta i suoi leader e intanto si trova sotto 55-57 alla fine del terzo quarto. Fernandez per Green al volo e l’Alma Arena va in visibilio, +3 con tripla dell’americano e inerzia decisa per i padroni di casa; Solano ha idee diverse, canestro e nuovo vantaggio ospite. Hollis segue il compagno nella missione, segna a ripetizione, per Trieste un altro arrivo in volata sul 68-68 a 4 minuti dal termine. Daniele Cavaliero con senso del dramma assoluto decide di svegliarsi scagliando una tripla e subendo il fallo; Bowers e Janelidze concludono l’opera insaccando canestri a ripetizione e suggellando la prestazione da Mvp. Finisce 85-76, l’Alma vince una una partita fondamentale in vista di Bologna, Bergamo esce a testa altissima.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il febbraio 4, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: