Annunci

Pagelle: Loschi animale da playoff, Dalmasson condottiero

Pagelle-1

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

PAGELLE

Alma Trieste

Juan Fernandez: voto 6/7

Una regia solida, nonostante gli errori comanda per davvero il gruppo con personalità. Un solo punto ma quattro assist per lui, pezzo di un ingranaggio perfetto.

Giga Janelidze: voto 6/7

Sbaglia un tiro a fine primo quarto per il quale rischia una crocifissione davanti all’Alma Arena; poi però si sbatte in difesa con ottima fisicità. Segna alla fine 6 punti senza errori e cattura 3 carambole, un gladiatore.

Daniele Cavaliero: voto 7/8

Ben marcato dagli esterni veneti, non forza conclusioni e preferisce giocare per la squadra. Poi la consueta tripla taglia-gambe ad inizio terza frazione. Chiude con 9 punti, 6 rimbalzi (!) e smazza 6 assist…caccia un urlo a fine partita che scuote San Giusto. Un triestino in finale…fate voi.

Alessandro Cittadini: voto 6

Meno incisivo del solito, in una partita dominata dagli esterni: 1 punto e 4 rimbalzi, con 3 falli subiti. Il Ministro dell’area pitturata si è concesso una serata in ufficio.

Matteo Da Ros: voto 7/8

Nonostante qualche errore di troppo sembra un burattinaio che muove i fili della squadra: dalle sue mani canestri, passaggi smarcanti e leadership tattica. Conclude con 13 punti, due errori dal campo, 2 rimbalzi e 5 assist.

Federico Mussini: voto 7/8

Vivace prestazione nei primi venti minuti, moto perpetuo che costringe Sabatini e soci e corrergli dietro. Due triple (una dal garage di casa sua) crea il Canyon definitivo; 15 punti, 3/6 dall’arco e l’ennesima prestazione di livello per un acquisto…decisivo.

Javonte Green: voto 7

Sporca la serie con diverse conclusioni sbagliate (fisiologico), ma dimostra tanta maturità nella fase difensiva in missione su Swann e nel supportare i compagni a rimbalzo. Prosegue nella ripresa la sua serata ecumenica a servizio della causa, portando in dote 13 punti, 8 rimbalzi e 4 palle recuperate. Mvp della serie.

Laurence Bowers: voto 6

Due falli prematuri (forse uno fiscale), gioca solo 4 minuti e 32” nel primo tempo ma la squadra tampona la sua assenza. Commette presto il terzo fallo e spegne l’ardore agonistico. Solo 6 punti e 2 triple nello scout.

Roberto Prandin: voto 7

Un veneto a casa sua o si emoziona o si carica: “Bobo” trae ispirazione e gioca sui 28 metri con entrambe le dimensioni, quella consueta difensiva e quella offensiva al meglio. Meno devastante nella ripresa, ma il lavoro ai fianchi è tutto suo.

Federico Loschi: voto 8

Animale da playoff, punto. Gioca con la sana strafottenza di chi ama questi climi, segna due triple nei primi venti minuti importantissime. Poi prosegue dimostrando di poter realizzare anche dall’Autogrill.

All. Eugenio Dalmasson: voto 9

Il coach mette in campo una formazione difensivamente perfetta nei primi venti minuti, gestendo in maniera perfetta i due falli di Bowers e l’utilizzo di Javonte Green. La squadra gioca a memoria nella seconda frazione e quando si inceppa, l’allenatore corre ai ripari chiamando puntuali time out. Dominatore assoluto della serie. Il 10? Manca la finale…

Annunci

Pubblicato il giugno 2, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: