Annunci

Ora, attacco al “centrone”!

0792Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

Il mercato Alma è finalmente decollato con l’arrivo di Chris Wright. Il playmaker era il tassello principale che comandava la costruzione della squadra futura. La volontà di recuperare Juan Fernandez (unica variabile di tipo fisico nel parco giocatori contemplata dalla società) e la conferma di Daniele Cavaliero chiude per ora le porte a Federico Mussini. La tipologia dei registi di cui sopra induce a pensare che nel reparto “guardie” ci sarà un uomo da almeno 15 punti a sera; Javonte Green non da certezze a riguardo, quindi è probabile che la scelta cadrà su un “colpo” italiano come Simone Fontecchio e un americano “go-to-guy”. Nomi non se ne fanno, anche perché il team manager Marco Di Benedetto è alla Summer League in USA per questo e poi perché non c’è fretta. Tornando a Javonte Green, posto che è prematuro sapere quanto impatto avrà per gli addetti ai lavori d’oltreoceano, la sua conferma a Trieste ha la sostanza di un biennale pronto, ritoccato verso l’alto, più la certezza di avere minutaggio utile ad accrescere il proprio bagaglio tecnico/tattico; più Bogdan Tanjevic, “alleato” che spinge a favore di una sua permanenza. Si lavora tanto per il numero “4”, dando quasi per scontato che Laurence Bowers non farà più parte dell’Alma; l’americano interessa a mezza serie A2, il suo ginocchio ballerino non da garanzie tali da far rischiare la società in tal senso. I due nomi più gettonati sono quelli di Maarten Leunen e Hrvoje Peric. Entrambi hanno alcuni denominatori comuni: conoscono il nostro campionato, costano troppo (per ora) per le casse giuliane, sono di un’intelligenza cestistica sopraffina, dotati di arsenale offensivo importante e compatibili con Matteo Da Ros. Aspetto non trascurabile nella filosofia societaria. L’ala forte e playmaker aggiunto di Trieste non è pensato come un rincalzo da “garbage time”, per cui l’alternanza con i sopra citati (20 minuti a testa circa) sarebbe una perfetta combo. Per definire il reparto lunghi, ovviamente già comprensivo di Alessandro Cittadini, la ricerca non lascia troppi “margini tipologici”; serve un intimidatore d’area, se non dotato di chili e centimetri, almeno di un atletismo tale da garantire presenza in area pitturata. Un giocatore alla Yance Gates, l’ultimo anno a Cholet in Francia.

Annunci

Pubblicato il luglio 6, 2018, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: