Annunci

L’Alma incanta con il Saratov, spettacolo all’Allianz Dome

20180913_200415_resizedVernissage della rinnovata Alma Trieste contro i russi dell’Avtodor Saratov nel rinnovato Allianz Dome. Tagliafuori latente nelle fila dei padroni di casa e vantaggio esterno sullo 0-6 dopo tre minuti di fisiologica presa di coscienza; il primo canestro dell’Alma è di Justin Knox con giocata da tre punti vicino a canestro. Il marchio di fabbrica dalmassoniano anche al piano superiore non sbiadisce i connotati, dalla difesa parte la rimonta triestina per il vantaggio con tripla di Walker. Il “trattore” tascabile Wright attacca con costrutto la difesa russa, sul 13-8 c’è l’immediato time out di coach Molkin. Prosegue il momento magico con tripla di Cavaliero, il Saratov è in versione molle per la spigolosità difensiva degli uomini di Dalmasson, prima frazione chiusa sul 20-12. Daniele Cavaliero non si scrolla di dosso l’ispirazione di Casale, segna triple a ripetizione mortificando le deboli resistenze ospiti sorrette da Zabelin e Golden. Sopra la doppia cifra il vantaggio Alma fra l’entusiasmo del pubblico, limati da un mini parziale di 0-5 Avtodor: 30-25. Ottimo utilizzo del corpo del dinamico lungo Kravish, quello che manca ai russi è la continuità offensiva e attitudine difensiva, vantaggio costante per i rossi di Trieste. Chris Wright incanta per efficacia in penetrazione, segna e produce assistenze al bacio per i compagni; squadre all’intervallo sul 45-39.

Accelerata Saratov alla ripresa delle ostilità con un parziale di 0-6, rotto dalla tripla di Walker; l’Alma si scuote e in transizione punisce il sonnolento rientro ospite, 55-47. Qualche errore di troppo dei padroni di casa, il match è una partita vera e l’Avtodor pareggia con Mikhailovski; Chris Wright tarantolato esce in una selva di applausi, giocatore dotato di un’energia fuori dal comune. Giga Janelidze a suon di triple non fa rimpiangere Da Ros, Cavaliero e Sanders segue a ruota e nuovo +13 casalingo. Fine terza frazione sul 71-60. Pericolosità diffusa nei biancorossi giuliani, sintomo della voglia di giocare assieme; Wright to Mosley e il pubblico dell’Allianz-Dome si spella le mani come nella versione del migliore Green, Alma dilaga sul 81-62. Scorrono in cinque minuti finali, l’attacco fluido triestino produce grandi azioni corali, il Saratov è spettatore non pagante di una grande prestazione; finisce 87-73, un test che dice diverse cose in casa Alma anche se siamo sempre in precampionato e quello che conta comincerà fra un mesetto.

Raffaele Baldini

Annunci

Pubblicato il settembre 13, 2018, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: