Annunci

Lionel Hollins: “Ragazzi americani più pronti al professionismo. Quest’anno esplode Anthony Davis”

Lionel-Hollins-is-proud-of-the-zinger-he-just-delivered.-Rocky-Widner-NBA-Getty-.jpgFonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

L’NBA sbarca a Trieste esportando una eccellenza tecnica: Lionel Hollins, ex allenatore dei Brooklyn Nets, dopo una carriera luminosa come giocatore, è l’ospite d’eccezione all’Alllianz Dome per un seguitissimo clinic di livello. In canotta e pantaloncini l’uomo da Ark City ha conquistato un anello con i Portland Trail Blazers nel 1977, nonché diversi riconoscimenti personali venendo inserito nel primo quintetto “rookie” nel 1976, nel primo quintetto difensivo nel 1978 e presenziando all’All Star Game del 1978. Da coach esperienza pluriennale come vice ai Memphis Grizzlies, una parentesi ai Milwaukee Bucks per poi riprendersi gli “orsi” come capo allenatore nel 2009. Dal 2014 al 2016 head coach dei Brooklyn Nets. Sulle tavole parchettate dell’Allianz Dome l’allenatore statunitense ha mostrato un lavoro approfondito sui fondamentali, coadiuvato dalle giovani leve della Pallacanestro Trieste, nonché mostrato con dovizia di particolari alcuni attacchi dei Cleveland Calvs (con Lebron James ndr.) e dei Golden State Warriors (“early offense”). Nell’occasione c’è stato modo anche di scambiare alcune considerazioni più generali sulla differenza fra il basket europeo e quello NBA, specificatamente sulla differenza fisica evidente e sul “mood” instillato ai giovanissimi d’oltreoceano per cui la crescita del possibile professionista abbraccia presto e capillarmente diversi ambiti, anche quello “social”. Sulle recenti polemiche lanciate da Romeo Sacchetti e i giocatori della Nazionale italiana con il cellulare in mano durante l’intervallo, coach Hollins ha ribadito quanto l’aspetto tecnologico/mediatico in America è metabolizzato senza traumi molto presto. Insomma, oltreoceano la testa dei giovanissimi giocatori di basket è programmata da subito per avere un controllo su tutto. Ovviamente si è anche parlato di NBA, con una stagione alle porte intrigante, dai Boston Celtics al completo con il rientro di Gordon Hayward e Kyrie Irving al grande colpo dei Los Angeles Lakers firmato Lebron James. I nomi nuovi (o per meglio dire consacrati) per la stagione 2018/19 secondo Lionel Hollins saranno Anthony Davis, stella dei New Orleans Hornets, Donovan Mitchell degli Utah Jazz e la coppia dei Portland Trail Blazers Damian Lillard e C.J. McCollum.

Annunci

Pubblicato il settembre 29, 2018, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: