Annunci

Monologo virtussino, gara 1 è di Bologna

c94f5-paladozza_articoloCi siamo, il momento tanto atteso è arrivato. Teatro di gara 1 della finalissima play off è il PalaDozza, ovviamente bardato rigorosamente di bianco-nero. L’Alma, trascinata dall’entusiasmo tangibile di 250 tifosi giunti a Bologna e da una città che palpita di passione, cerca l’impresa sulle ali di gara 5 e della clamorosa eliminazione della Fortitudo Bologna.

Alla faccia della tensione il match parte con quattro triple, due per parte, 6-6 e spettacolo subito dalla palla a due; Lorenzo Baldasso è costretto a due infrazione per fermare un tarantolato Umeh, autore di 6 punti. La Virtus non sbaglia nulla, per chi pensava che la compagine di Ramagli fosse anestetizzata da tanta inattività; Alma non si demoralizza, risponde con personalità: 13-12. Bene l’attacco giuliano, troppo molle difensivamente per una finale; anche Kenny Lawson incanta per pulizia tecnica, padroni di casa in stato di grazie, il -1  è un sorriso a 32 denti per Trieste. Due triple del “microonde” Prandin impattano il match, c’è anche la palla del vantaggio (sprecata) ma anche il secondo fallo di Jordan Parks: 22-22. Bagarre in campo e sugli spalti (qualche scaramuccia nel settore biancorosso), Stefano Gentile si sblocca con una tripla e prima frazione chiusa sul 27-24. Parks e Green confezionano un orrore che, come la legge del basket insegna, viene punito con una tripla per inerzia decisa a favore delle “Vù nere”: 32-26 e coach Dalmasson imbestialito chiama time out. Alma implosa offensivamente con soluzioni estemporanee di Cavaliero, mentre dalla parte opposta Michael Umeh è in una di quelle serate che potrebbe segnare di tacco; massimo vantaggio sul +11 e dominio indiscutibile. Storie tese fra Spissu e Cavaliero, si accende definitivamente la finale, si spegne però la verve biancorossa. Sicuramente una delle chiavi del primo tempo è la difesa da manuale di Ndoja su Da Ros, totalmente eclissato; dalla lunetta Trieste riprende colore, parzialino e – 6 sul tabellone. Torna Lawson a giocare con i bambini, un totem che si può adorare e non arginare, 16 punti con un solo errore dal campo; l’antisportivo di Cavaliero sostanzia una difficoltà Alma espressa nei punti concessi all’avversaria. Squadre all’intervallo sul 52-38.

Matteo Da Ros pescato in un quarto fallo risibile, ma questo segnale è più il manifesto della frustrazione che punizione eccessiva per i biancorossi: 57-38 e notte fonda in casa giuliana. Michael Umeh scherza con il diretto avversario: 5/9 dall’arco e Trieste sotto di 22 punti. Un “ciapa-no” di proporzioni epocali per gli uomini di Dalmasson, una lezione di finale certamente propedeutica. La Virtus è leggera, vola a +29 nonostante i tifosi triestini continuino a tifare incuranti. Terzo quarto da tregenda limato da una compassionevole superficialità virtussina, tabellone che segna 70-50. L’orgoglio Alma non è mai mancato in questa lunga stagione, anche nell’ultimo quarto si vede un atteggiamento volitivo, in primis da Alessandro Cittadini: 70-52. Matteo Da Ros testardamente ma senza costrutto prova a farsi giustizia tecnica, Trieste con diverse occasioni per limare il gap, è proprio una serata no. La bomba di Spizzichini e il la “mattonata” di Cittadini chiude ogni speranza di rimonta, sei lunghi minuti per arrivare alla sirena del quarantesimo minuto: finisce 85-62, è 1 a 0 Virtus ma come dice sempre coach Dalmasson, è già tempo di resettare tutto perchè domani è un altro giorno.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il giugno 13, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: