Annunci

Le Pagelle della settima consecutiva Alma

Agenda (2)

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

PAGELLE

 

Alma Trieste

 

Alessandro Cittadini: voto 6

Tante piccole cose nel finale in senso positivo cancellano la prestazione da 0 punti con 0/3 al tiro; nel finale apre l’ombrello per contrastare le penetrazioni degli esterni veneti.

 Javonte Green: voto 7

Apparso un po’ più affaticato del solito, arranca senza la consueta onnipotenza atletica. Alla fine però fra gite in lunetta e punti la solita arma letale: 17 punti, 5 rimbalzi e 8 falli subiti.

Federico Loschi: voto 6/7

Nuovamente due triple molto importanti per la rimonta giuliana. Chiude con 8 punti e 2 rimbalzi.

Juan Fernandez: voto 7/8

E’ stato acquistato con ferma volontà proprio per segnare quei canestri dal peso specifico notevole; carattere argentino che non si lascia intimorire da niente, 14 punti in 25 minuti

Lorenzo Baldasso: voto 9

Oscar Schmidt incarnato nell’esterno biancorosso: 8/9 al tiro con 5/5 da oltre l’arco e una decisione clamorosa in ogni cosa. Consacrazione.

Giga Janelidze: voto 6

Fa arrabbiare coach Dalmasson fino a fargli raggiungere il colorito del volto “Obradovic”, soprattutto per amnesie difensive. Si sbatte poi per recuperare terreno perduto, segnando anche un semi-gancio fondamentale.

 Daniele Cavaliero: voto 7

Linguaggio del corpo preoccupante, senza sorrisi e ciondolante. Poi, 11 punti in 14 minuti di immenso talento.

Roberto Prandin: voto 7

Finchè c’è lui in campo la squadra non può in nessun modo perdere di intensità. Scout normale rispetto a Ravenna, i 4 rimbalzi sono esplicitazione della voglia di vincere.

Andrea Coronica: n.e.

Matteo Schina: n.e.

 Matteo Da Ros: voto 7/8

Spalle a canestro è un rebus per i veneti; dalle sue sapienti mani e dalla sua visione di gioco nascono gli scarichi per tiri ad alta percentuale. 11 punti, 3 rimbalzi 8 assist (!) sono il fatturato di una spina nel fianco della Dè Longhi.

Stefan Milic: n.e.

 All. Eugenio Dalmasson: voto 6/7

Non ha la consueta versione difensiva, fatica a trovare quintetti credibili nella metà campo in salita soprattutto per un approccio sbagliato. Toglie due volte Baldasso dopo fiammate balistiche d’onnipotenza e rischia di deprimere Cavaliero ma alla fine, come sempre, ha ragione lui…e sono sette!

Annunci

Pubblicato il novembre 13, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: