Annunci

Verso il derbyssimo: reparti allo specchio

ang_4214Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

Regia

Udine, voto 6 – Se parliamo del ruolo di playmaker nella sua accezione più ortodossa la GSA con l’assenza di Mauro Pinton risulta scoperta nel reparto. I 13 minuti di utilizzo di Vittorio Nobile sono indicativi di come la compagine allenata da coach Lardo necessiti di esterni prestati alla causa: Rain Veideman più di Kyndall Dykes è elemento in grado di assurgere al ruolo mantenendo l’anima offensiva.

Trieste, voto 7 – Anche qui dobbiamo giocare a carte scoperte: Daniele Cavaliero con il passare degli anni è diventato a tutti gli effetti una guardia tiratrice. Per cui gran parte del peso offensivo dell’Alma grava sulle spalle di Juan Fernandez, giocatore di classe, esperto, limitato solo da problemi di falli. Idem come sopra, anche coach Dalmasson sfrutta la duttilità di “Bobo” Prandin (per la fase difensiva), di Lorenzo Baldasso e Daniele Cavaliero (per quella offensiva) per i minuti a supporto dell’argentino.

Esterni

Udine, voto 7/8 – Veideman e Dykes sono i leader della squadra; dalle loro sapienti competenze scaturiscono le fiammate che spaccano in due le partite (anche se con pause pericolose). Ora con l’arrivo di Andrea La Torre il reparto si garantisce un uomo con buona fisicità e pericolosità diffusa. Resta da capire quanto lo spaesato talento imploso nelle ultime stagioni ritrovi in un derby ad altissima tensione la verve offensiva. Mancherà di certo l’arma tattica Mauro Pinton.

Trieste, voto 8 – Cavaliero, Green, Loschi, Baldasso, Prandin sono un mix perfetto di esperienza, atletismo e tattica. Il fatto poi che siano collaudati da un anno (eccetto Loschi) agevola la metabolizzazione di gerarchie e ordini di scuderia. Ognuno può essere decisivo alla sua maniera, resta da capire quanto Baldasso sia recuperato dai problemi alla schiena.

Ali

Udine, voto 7 – Ousmane Diop è l’uomo che può mettere più in difficoltà Trieste per caratteristiche: ha fisico e talento, in questa stagione anche tanta convinzione. Piace la ruvida concretezza di Michele Ferrari (anche lui per caratteristiche uomo da derby) e la pulizia tecnica di un ex come Andrea Benevelli. La variabile impazzita è sempre quella di Tommaso Raspino, ondivago ma se in serata, molto pericoloso per i giuliani.

Trieste, voto 8 – Matteo Da Ros è l’arma tattica per eccellenza di Trieste. Tante avversarie hanno tentato di limitare il raggio d’azione, ma nessuna realmente l’ha fatto senza pagare dazio; se non segna gioca per i compagni, un rebus. Perfetto complemento è Giga Janelidze, “fighter” ideale per giocare sfide come quella di venerdì sera. La crescita di Laurence Bowers può comprensibilmente alzare il livello qualitativo offensivo di tutta l’Alma.

Lunghi

Udine, voto 7 –  Francesco Pellegrino è uno dei pochi lunghi di ruolo del campionato, ancora un po’ sottotono rispetto alla versione ferrarese, ma in grado di mettere in difficoltà Cittadini e soci. A fianco di Pellegrino c’è il brizzolato Chris Mortellaro, certezza assoluta in grado di produrre quasi 9 punti a partita e quasi 7 rimbalzi a partita.

Trieste, voto 6 – Punto debole giuliano, pur considerando che il gioco di “sistema” dalmassoniano non presuppone lunghi tipici. Alessandro Cittadini è illuminato esponente, partito alla grande in stagione, ultimamente relegato a complemento di qualità. Troppo solo per fronteggiare la coppia friulana.

Annunci

Pubblicato il dicembre 28, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: