Annunci

Un deja-vù: Trieste non gioca il derby, Udine vince meritatamente

20171229_200433Il giorno più atteso del basket regionale è arrivato: il derby fra Udine e Trieste al PalaCarnera è un evento da tutto esaurito, con 350 triestini al seguito.

Prevedibile canovaccio di inizio partita, con polveri bagnate e la GSA decisa a sfruttare i centimetri di Pellegrino; il secondo fallo di Green dopo neanche tre minuti pone una tegola non indifferente sulla testa dei giuliani: 4-4. Tanto gioco in area pitturata per i friulani, il diktat di coach Lardo porta dividendi esplicitati dal tabellone: 12-6 con il sesto punto di Pellegrino. Anche Dykes si mette in partita con due canestri dai cinque metri, così come dalla parte opposta Prandin; primo quarto chiuso sul 17-17. Primo vantaggio ospite con Baldasso appoggiando al vetro, Udine senza Pellegrino vede indebolirsi sensibilmente la pericolosità sotto canestro. Mauro Pinton con un gioco da quattro punti scatena l’entusiasmo del PalaCarnera, gli attacchi hanno la meglio sulle difese e il match diventa godibile: 23-21. Terzo fallo di Roberto Prandin, Juan Fernandez fa il suo ingresso sul parquet dopo dodici lunghi minuti di panchina; Federico Loschi dall’arco riporta avanti l’Alma sul 25-26. Laurence Bowers elargisce perle tecniche in fase offensiva, seguito dalla parte opposta da Veideman, la GSA torna con la testa avanti. Diop monetizza ottimi scarichi dei compagni creando il primo vero break del derby, +11 con cui si chiude il primo tempo.

Una rimessa consegnata agli avversari e un banale terzo fallo in attacco di Bowers sono il manifesto di un’Alma non ancora calibrata per un derby. L’area pitturata è terra di conquista friulana, agevolata da una apatia imbarazzante di Bowers e Da Ros; senza far nulla di trascendentale la GSA è avanti 44-36. Colpo su colpo, dopo una prima fase asfittica, tornano a segnare le due formazioni, questa volta con gli esterni; quarto fallo di Bowers con 13 minuti ancora da giocare e i padroni di casa raggiungono nuovamente il massimo vantaggio sul +11, limato a fine terza frazione (55-46). Kyndall Dykes è tanta roba con la palla in mano, sia in fase realizzativa che servendo i compagni con i tempi giusti; zona ordinata da coach Lardo per mischiare un pò le carte. Primo momento complesso di Udine che si perde su qualche gestione rivedibile offensiva; Fernandez da tre punti riporta a -4 Trieste. Quarto fallo anche di Javonte Green che deraglia gettando al vento due occasioni e provocando il successivo antisportivo di Da Ros: 59-54. Sale in cattedra Rain Veideman, 4 punti consecutivi ricacciano indietro Trieste, rilanciata però da una nuova tripla di Loschi: 63-59. Sul bonus speso dall’Alma, Udine specula con intelligenza portando a termine l’opera: finisce 73-69, la GSA Udine fa suo il derby e avvicina un’Alma Trieste apparsa spenta e senza la grinta necessaria.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

 

Annunci

Pubblicato il dicembre 29, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: