Annunci

Pagelle Alma: Citta giganteggia, ritrovato Green

CittaPAGELLE

 Alma Trieste

 

 Giga Janelidze: voto 5

Tanti falli spesi su Jones sono sintomatici di una difficoltà fisica ad arginare l’americano di Mantova. Neanche offensivamente non trova una serata da ricordare: 4 punti, 2/5 dal campo.

Alessandro Cittadini: voto 8

Prestazione spettacolare del lungo biancorosso, come ai bei tempi: 19 punti, 2 errori dal campo, 2 rimbalzi, 2 assist e per lunga parte del match dominante sul giovane e tosto avversario Candussi. Con una produzione così la mancanza del lungo in casa Alma si sente molto meno.

Juan Fernandez: voto 6/7

Nonostante una buona produzione offensiva, appare affaticato fisicamente. Alla fine 13 punti, 6/9 dal campo , 4 assist sono comunque numeri di un uomo presente ma che deve ritrovare lo sprint atletico dei tempi migliori.

Javonte Green: voto 8

Torna a calcare il parquet giocando una partita d’intelligenza: si avvicina al canestro trovando punti facili o tiri liberi, poi allarga il raggio d’azione colpendo da fuori. In transizione scatena l’inferno chiudendo con 26 punti, 8 rimbalzi, 6 falli subiti e un rimarchevole 32 di valutazione. Bentornato Javonte!

 Andrea Coronica: voto 6/7

Parte in quintetto e non sfigura come arma tattica su Alex Legion; quasi 11 minuti di utilizzo e la consueta energia, senza però offendere. 4 rimbalzi e 2 assist lo scout finale.

Lorenzo Baldasso: voto n.g.

Gioca pochissimo per precarie condizioni fisiche.

Daniele Cavaliero: voto 7

Tutto un altro approccio rispetto a Treviso: aggressivo, cattivo e proteso verso il canestro. Quando non indietreggia subendo i raddoppi, è un’arma totale al tiro e con scarichi ai compagni. 11 punti e 5 assist in 30 minuti di utilizzo.

Lodovico Deangeli: voto n.e.

Federico Loschi: n.g.

Esordire nella terza frazione a freddo sarebbe compito arduo anche per Drazen Petrovic. Un tiro e una stoppata subita lo scout di una serata non giudicabile.

Laurence Bowers: voto 6

Come Green anche lui entra in punta di piedi partendo dalla panchina; quattro falli comminati dalla terna arbitrali (non tutti reali) lo distraggono e sporcano il tabellino: 10 punti, 3/7 dal campo e 7 rimbalzi.

Roberto Prandin: voto 5

Periodo in cui il “Bobo” sembra più fuori mentalmente che tecnicamente dalle partite; non riesce proprio niente sui 28 metri di parquet, nervoso.

Matteo Schina: voto 6/7

Regia attenta e scuola di maturazione difensiva su Vencato; sciolto in regia con un po’ troppi palleggi, dimostra di stare sempre più a suo agio sul parquet.

 All. Eugenio Dalmasson: voto 8

Parte con un quintetto italiano per poi far accelerare la squadra con l’ingresso degli americani; lancia il giovane Schina quando la partita è ancora aperta dimostrando di voler realmente investire sul giocatore. Rotazioni perfette.

Annunci

Pubblicato il febbraio 26, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: