Annunci

Mussini c’è, l’Alma anche. Verona battuta

PRANDINFederico Mussini cambiato e disponibile, Juan “lobito” Fernandez sempre ai box e una Tezenis Verona da affrontare con grandissima cautela. L’Alma quindi comincia il rush finale davanti ai propri tifosi, nuovamente accorsi in gran numero alla “Mecca” del basket giuliano.

“Zona” immediata ordinata da coach Dalmonte, bucata con discreta scioltezza dalle mani educate giuliane: 8-2 con tripla di Bowers. Tezenis timida nell’attaccare l’area biancorossa, il match rimane in equilibrio grazie ad un paio di conclusioni dalla distanza; Greene si mette in proprio con il suo moto perpetuo, scoppiettante inizio di partita e vantaggio interno 17-12. Primo break importante dei padroni di casa con la transizione rapida, prima Bowers e poi Prandin lanciano sul +10 l’Alma. Entra Federico Mussini già nella prima frazione per la soddisfazione del popolo biancorosso, Amato prosegue nella sua serata ispirata balistica (11 pt.) ma è desolatamente solo: 29-18 per chiudere il quarto. La difesa a “zona” veronese registra le rotazioni, Trieste incappa nell’atavico problema offensivo e sul +6 i primi timidi segnali di reazione scaligera. “Bobo” Prandin eccellente sui due lati del campo, Greene scalda la mano e si torna a vedere buon basket: 32-25. Giocate corali di ottima fattura in casa biancorossa, soprattutto “alto-basso”, Verona però non sembra uscire mentalmente dal match; Prandin da una parte Greene dall’altra, i terminali offensivi più credibili sono loro, sul 44-31 time out coach Dalmonte. Esce claudicante Daniele Cavaliero, Totè appare la brutta copia del talento visto qualche stagione fa e le squadre vanno all’intervallo sul 44-33.

Parte con una schiacciata di Green il secondo tempo Alma, mentre Jones fa di tutto per restar fuori dal match commettendo la terza infrazione; manca sempre il tiro per “uccidere” sportivamente la sfida da parte di Cavaliero e soci, Scaligera palesemente con un linguaggio del corpo arrendevole. La tripla tanto attesa di Mussini arriva nella terza frazione, mentre Amato rimpolpa uno scout di tutto rispetto; l’onda biancorossa torna a montare sul +18 con tripla di Baldasso. Come per tante formazioni viste sotto le volte dell’Alma Arena la Tezenis si smaterializza srotolando il tappeto rosso ai giuliani; “ventello” sui liberi di Cittadini, limato da qualche buona giocata in area pitturata di Totè e soci. Chiusura della terza frazione con un Mussini a proprio agio e le solite perle balistiche di Greene: 66-48. Ultimi dieci minuti dal pathos relativo, si registra qualche disattenzione difensiva e qualche canestro comodo per gli attaccanti di ambo le squadre: 70-55 a metà frazione. Amato  e Poletti da tre punti per il -7 scaligero e qualche sospiro della platea triestina; risposta tardiva smontata dalla tripla di Baldasso che chiude definitivamente la storia. Finisce 80-70, Alma Trieste a tre partite sole dal primato possibile in stagione regolare, Verona dignitosamente sconfitta su un campo complesso.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il marzo 31, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: