Annunci

Botte, espulsioni e fisicità: l’Alma Trieste fa sua gara 1

BOWERS3Si alza il sipario sui play off di A2, Alma Trieste e Remer Treviglio di fronte per una prima sfida di grande interesse. Coach Dalmasson lascia fuori dalle rotazioni capitan Coronica e Lorenzo Baldasso, il collega Vertemati preferisce Voskuil a Easley, nella serata in cui l’associazione “Un canestro per Te” raccoglie fondi a favore del giovane Enrico.

Forte in difesa e veloce in transizione, Trieste inizia il match con il piano gara preferito: 5-0. Il pick and roll di Frazier viene disarmato da raddoppi alti biancorossi, sul fronte opposto il solito Bowers a menare le danze con canestri di pura tecnica: 12-3 e time out immediato Vertemati. Il giovane Mezzanotte con due triple e otto esplicita il talento decantato da tanti addetti ai lavori; contro parziale di 0-8 in un amen e questa volta è Dalmasson a fermare il match. Frazier è piccolo ma con tanta pallacanestro nelle mani e velocità d’esecuzione, i lombardi non mollano di un centimetro e il primo quarto si chiude sul 20-18. Mattia Palumbo è l’altro diamante grezzo della Remer, dotato di personalità e intraprendenza; dai suoi cinque punti nasce il -1 prima dell’ennesima perla di un Laurence Bowers ispirato (12 pt.). “Zona” ordinata da coach Vertemati, Alma rianimata con il ritmo di Mussini e l’impatto di Da Ros nel consueto ruolo di regista neanche troppo occulto: 28-22. Esce per tre infrazioni Bowers (fischi rivedibili), notizia negativa per l’economia offensiva della squadra triestina, Treviglio ne approfitta con una gestione corale degli attacchi grazie all’imprevedibilità di Frazier e la precisione di Mezzanotte. Pareggio Remer con libero di Voskuil, ma Mussini e Cavaliero assieme in campo rendono la fase offensiva Alma molto credibile; squadre all’intervallo sul 43-37 in una selva di fischi dell’Alma Arena riservata alla terna arbitrale.

Tanta confusione alla ripresa delle ostilità, la nota saliente in casa Trieste è il consueto cambio di registro di Green che si avvicina a canestro e Treviglio brava a restare a contatto nonostante l’inerzia biancorossa. Un tiro da sette metri in contropiede da codice penale di Matteo Da Ros “ovviamente” finisce nel cesto: 55-45 e time out Vertemati nell’entusiasmo dell’Alma Arena. Juan Fernandez esce infortunato dopo una torsione del ginocchio destro, mentre Voskuil sembra prendersi a prescindere dal contesto di squadra: 55-51. Si torna a vedere bella pallacanestro offensiva, si vede invece un bruttissimo scontro fisico fra Voskuil e Da Ros; il risultato è Frazier e Voskuil espulsi per la Remer e Da Ros per l’Alma. Partita concettualmente chiusa a fine terza frazione: 68-56. Nuovamente a “zona” la compagine ospite, decisa ad allenare la testa fino al quarantesimo pur essendo conscia dell’oggettiva versione spuntata; Alma avanti sopra la doppia cifra pur senza far nulla di trascendentale: 76-64. Si segna da una parte e dall’altra, senza troppa convinzione difensiva; i minuti scorrono rapidi e alla fine Trieste porta a casa gara 1. Finisce 86-78 con la squadra di casa a cercarsi più guai del previsto, ma dopo le espulsioni di questa sera, a prescindere dall’esito della prima sfida, la serie è ben lontana dall’essere chiusa.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

 

 

Annunci

Pubblicato il aprile 29, 2018, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: