Coach Dalmasson: “Lunghi compatibili con Peric e Da Ros. Adesso una guardia atletica e a trazione difensiva”

DSC_6587-2

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

Roster 2019/20 della Pallacanestro Trieste che sta prendendo forma. Gli arrivi di Jon Elmore, Derek Cooke e la conferma di Hrvoje Peric lasciano ancora tre tasselli scoperti (stranieri ndr.) per completare la squadra che affronterà la nuova stagione nella massima serie. Coach Eugenio Dalmasson ci aiuta a leggere meglio le scelte fatte, fra esigenze tattiche, disponibilità finanziarie e caratteristiche consone al gioco di sistema.
Jon Elmore, un regista con licenza di uscire dagli schemi o una guardia “pazza” da inquadrare nel sistema?
“Sicuramente entrambe le cose. Il suo ruolo avuto in passato, la sua personalità e la qualità della pallacanestro offensiva fanno si che possa avere libero sfogo a letture personali, peraltro caratteristica contemplata nel mio modo di vedere il basket. Poi cercheremo di lavorare sul miglioramento delle scelte in funzione del gioco di squadra.”
La coppia Mitchell-Cooke agirà nel pitturato, un modo per liberare il raggio d’azione e l’estro offensivo dei numeri “4” Peric e Da Ros?
“Parlate come se Mitchell fosse confermato, ma ad oggi non c’è l’ufficialità; questo sta a significare che qualche aspetto deve essere ancora chiarito/limato. E’ un giocatore che stiamo seguendo dallo scorso anno, verticale e dal raggio d’azione vicino al ferro ma anche capace di vedere il gioco avendo ottime qualità da passatore (3 assist a partita ndr.). Insisto nel dire che le scelte sono anche figlie di quello che possiamo permetterci; sono baggianate quelle che portano a dire che Dalmasson non vuole un centro di ruolo. Semplicemente il totem da 210 centimetri e 110 chili e che sappia giocare a basket è fuori budget per ora. Comunque sia Mitchell che Cooke sono atleti fortemente voluti, funzionali al gioco che vogliamo esprimere, i migliori che potremmo avere in questo momento.”
Quanto conta in un roster con molte scommesse avere una certezza tecnico/tattica come Hrvoje Peric?
“Fondamentale. Sono convinto che con maggiori responsabilità possa essere ancora più incisiva la sua sapienza cestistica. E tornando a quanto sopra, sia lui che Da Ros hanno l’arsenale offensivo più dirompente vicino a canestro, ed è per questo che li abbiamo abbinati a giocatori come Cooke, molto più rimbalzista e intimidatore.”
Non trascurabile la scelta dei due complementi: Janelidze e capitan Coronica.
“In una parola: affidabilità. Conosciamo bene le caratteristiche dei due dentro e fuori campo, valore aggiunto per qualsiasi squadra. Sanno che ruolo dovranno avere, si sono dimostrati disponibili e contenti ad affrontare questa nuova sfida professionale.”
Adesso caccia alla guardia: che caratteristiche dovrà avere?
“Avendo un trio come Elmore-Fernandez-Cavaliero a trazione quasi esclusivamente offensiva, cerco un giocatore con attitudine difensiva, atleta in grado di mettere pressione agli esterni avversari.”
Si è fatto il nome di Tekele Cotton…
“Non nascondo che ci interessa e che per lui abbiamo formulato un’offerta. Al momento però lui ha rifiutato qualsiasi contratto, anche più corposo del nostro (Varese ndr.). Diciamo quindi che la trattativa si è stoppata una settimana fa.”

Pubblicato il luglio 29, 2019, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: