“50 sfumature di cazzate” per Sardara. Pozzecco resta a Sassari

undefined

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

E così alla fine si gioca la carta di screditare una categoria, quella dei giornalisti che, in preda a deliri post-pandemici hanno in parti diverse d’Italia, per testate diverse, in tempi diversi, riportato che Gianmarco Pozzecco non era più l’allenatore del Banco di Sardegna Sassari. Nella mattinata il club ha predisposto una conferenza stampa, già in calendario, in cui il presidente Stefano Sardara ha ribaltato la “sentenza editoriale”: “durante questa pausa abbiamo fatto delle riflessioni, e siamo rimasti sconcertati dell’approccio che il mondo che circonda la pallacanestro ha avuto su questo tema. Abbiamo voluto fare un check, ed è partita una sorta di “50 sfumature di cazzate” su cosa fosse successo tra me e lui. Sono state fatte delle dichiarazioni vergognose dalla stampa. Gianmarco Pozzecco resta l’allenatore della Dinamo, non va via, stavamo solo riflettendo.” Palpabile tensione a leggere i volti dei due protagonisti seduti al tavolo, con l’allenatore goriziano a dar man forte al suo presidente: “Sono stati giorni di riflessione che mi hanno provocato una tempesta ormonale; ho preso in considerazione l’idea di lasciare. Io e Stefano viviamo la Dinamo in modo viscerale? Sì. Forse troppo? Sì. Non vedo l’ora di riabbracciare i miei giocatori. Noi viviamo in un mondo dove purtroppo è molto più importante la notizia, ancor prima di verificare la veridicità di questo. Noi ci siamo seduti a un tavolo per verificare alcune cose: lo abbiamo fatto in maniera civile e siamo giunti a una conclusione diversa rispetto a ciò che ha dedotto la maggior parte dei giornali. E sono estremamente contento di essere ancora l’allenatore della Dinamo.” Ancor più strana appare la necessità del Poz di tornare sulla frase “nella mia testa sono ancora allenatore della Dinamo e ci vorrà un po’ per togliermi questa cosa dalla mente. Poi più avanti quando avrò smaltito inizierò a pensarci (al futuro, ndr)” detta qualche ora prima.“Io ho detto di sentirmi ancora l’allenatore della Dinamo – puntualizza il Poz -. Io e Stefano (Sardara ndr.) discutiamo sostanzialmente di tutto, la nostra collaborazione è necessaria. E’ normale che le questioni legate al Covid e al 5+5 o 6+6 per noi abbiano un significato molto profondo. Inoltre si fanno anche discussioni e considerazioni in merito all’ingaggio di un determinato giocatore che può o meno fidelizzare i tifosi.” La chiosa finale sulla fedeltà al contratto garantita dal presidente Sardara: “abbiamo ancora due anni di contratto. Dovevamo riflettere? Sicuramente sì. Noi vogliamo preservare il nostro rapporto di amicizia. Faremo altri check? Sì. Litigheremo ancora? Sì. Ma questo non significa che ci si dividerà.”

Pubblicato il giugno 16, 2020, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: