Tariq Owens e la campagna abbonamenti…ad eliminazione

Parte una nuova settimana all’insegna del mercato e della campagna abbonamenti. Sul fronte giocatori, la notizia del fine settimana è che la Pallacanestro Trieste si è accordata verbalmente con il 208 centimetri Tariq Amir Owens, ventisettenne newyorkese; la firma sul contratto non c’è ancora e, siccome su di lui ci sarebbero alcune squadre italiane (Varese?), meglio andare cauti sino al “nero su bianco”.

E’ fisiologico il tam-tam mediatico con considerazioni variopinte sul soggetto: la stazza relativa, l’arsenale offensivo piuttosto scarno, l’infortunio. Molte di queste considerazioni temo siano figlie dell’equazione pochi soldi-americani scarsi. Legittimo, anche se come sempre la lettura preventiva di un cestista ha anche il rovescio della medaglia, e cioè che la tipologia di Owens non è dissimile da quella del primo Will Mosley o quella di Shane Lawal, Campione d’Italia (!!) con la Dinamo Sassari. Non mi preoccuperei tanto di quanto sa fare Owens nella metà campo offensiva, bensì COME saprà giocare sul “pick and roll” con Corey Davis; in quell’aspetto risiede tutta l’efficacia dell’americano. Non solo, questo salta per davvero, in difesa potrebbe un ottimo deterrente alle incursioni d’area avversarie.

Prosegue la campagna abbonamenti con la seconda trance per i “vecchi abbonati”. La società in sede di presentazione ha chiesto una mano agli organi di stampa per supportare l’iniziativa. E’ stato fatto, non perché l’ha detto la società ma, almeno per il sottoscritto, vale come primario motivo di affiliazione, l’esserci sempre e comunque, contro qualsiasi avversità per gridare la voglia di pallacanestro in città. Il problema è che il primo freno al coinvolgimento popolare lo pone proprio la società: continua la silente apatia mediatica, una comunicazione scarna e priva di sentimento (solo una pagina FAQ prodotta). Non bastasse, adesso l’orario per sottoscrivere le tessere è ridotto a tre (!!) ore al giorno, dalle 10 alle 13 (Lunedì, mercoledì e venerdì), giusto per eliminare fisicamente gli anziani e i lavoratori. Gli anziani possono ancora sopravvivere andando il martedì e il giovedì dalle 16 alle 19, per i lavoratori…cicce.

Ha senso suggerire soluzioni alternative ad un ufficio stampa che dovrebbe assurgere al ruolo di divulgatore, con professionalità ed esperienza nel campo? No, saremmo presuntuosi. Per cui sarei molto curioso di capire quale è la strategia messa in atto dai preposti per coinvolgere una piazza. Il tifoso non venga distratto da questi puerili artifizi, si faccia trascinare dalla sana emotività e dalla passione per i colori bianco e rossi, alla “Mecca” del basket triestino si condensa una fede sportiva, non algidi passanti distratti.

Raffaele Baldini

Pubblicato il luglio 18, 2022, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: