Annunci

Secondo tempo da favola, Alma Trieste sull’1 a 0 con Treviso

DALMY-BOWERS.jpgLa semifinale con più fascino, più blasone, più spettatori. Alma Trieste e Dè Longhi Treviso si affrontano dopo una stagione sull’ottovolante; in un’arena praticamente esaurita la squadra di casa preferisce la fisicità di Jenelidze alla precisione balistica di Baldasso, veneti al completo agli ordini di coach Pillastrini.

Subito spalle a canestro Brown per attaccare Bowers, il piano tattico di Treviso è quello di sfruttare il dinamismo maggiore dell’americano; una tripla di Antonutti porta in vantaggio gli ospiti 3-7. Bowers risponde e mette la freccia del sorpasso, Fantinelli gravato di due falli e costretto ad uscire; bellissimo inizio di partita, tanta qualità e cambi di padrona. Matteo Da Ros testardamente in post basso per giocare spalle a canestro, un semi gancio destro per il 15-11 nella bolgia dell’Alma Arena; entra Swann e si presenta con due triple (l’ultima anche con fallo di Green), nuovo sorpasso dei veneti. Secondo fallo pesante di Bowers, il bonus speso dai padroni di casa garantisce punti (pochi) a gioco fermo, primo quarto chiuso 19-20. Difese competenti e aggressive da ambo le parti come era prevedibile, calano anche le medie al tiro di conseguenza; non si segna su azione per quasi 4 minuti, ci pensa Fernandez a sbloccare dall’arco per il nuovo vantaggio interno 23-22. Antonutti dall’angolo è una sentenza, gli scarichi sono cioccolatini da scartare; terzo fallo del “lobito” in un arbitraggio complessivamente più fiscale dell’Agenzia delle Entrate, purtroppo però si registra l’infortunio di John Brown (27-25). Matteo Fantinelli come sempre nei momenti difficili si prende per mano la squadra, il gruppo lo segue e una schiacciata di Lombardi manda in visibilio i tifosi trevigiani: 27-30. Terzo fallo anche per Bowers, Bruttini sugli scudi per la consueta scaltrezza d’area, squadre all’intervallo sul 36-40.

Musso dall’arco da la prima spallata al match portando i suoi a +9 e tutta l’inerzia del mondo, time out immediato coach Dalmasson. Javonte Green ci mette come sempre venti minuti per capire la sua pericolosità vicino al ferro, ma Musso è esiziale; antisportivo a Fantinelli (terzo fallo ndr.), l’Alma si riaccende sul 46-50. Fernandez ancora da tre punti, torna l’inferno all’interno del palazzo, time out Pillastrini. Imbrò ricaccia in gola l’urlo giuliano, la sfida è intensa a dir poco, Cittadini con una giocata da tre punti riporta avanti i padroni di casa sul 56-55. Ancora Fernandez in versione “bresciana”, terza frazione chiusa 60-58. Federico Mussini dal magico angolo che castigò Montegranaro, massimo vantaggio per i biancorossi sul 63-58; Alessandro Cittadini dominante in area pitturata, Da Ros monumentale in zingarata e sul 67-59 l’Alma Arena esplode. Swann ferma l’emorragia con due canestri di pura classe, Imbrò segue a ruota e la Dè Longhi è sempre attaccata al match: 69-66. Green torna invasato, cinque punti di fila e nuovo scatto di reni dei padroni di casa, trascinati anche dalla ritrovata vena del duo Da Ros-Bowers; non arretra la compagine veneta, pur senza Brown lotta alla pari magari dimenticando Swann dopo la vena di qualche minuto prima. Matteo Da Ros ancora decisivo, una schiacciata mette le distanze di sicurezza fra le due contendenti: 78-71 a 1 minuto e 48″ dal termine. Schiaccia anche Green due volte e sono i titoli di coda: l’Alma vince 84-78 e si porta 1 a 0 nella serie. Martedì il secondo atto.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il maggio 27, 2018, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: