Jason Clark rinforza l’Allianz Trieste. Come lo facciamo giocare?

E alla fine spuntò Jason Clark. L’Allianz si rinforza con l’ex Varese e Torino, ma ora la chiave di volta sarà incastonarlo nel sistema di gioco biancorosso. Società e staff tecnico hanno scelto la qualità in circolazione (poca), venendo meno a principi tattici. Perché? Perché Jason Clark è tutto tranne un giocatore che può portare il pallone oltre metà campo (a meno che non si intenda un mero traghettatore da una all’altra metà campo), non è un gran difensore ma ha doti offensive notevoli (ad Ankara viaggiava a 21 punti a partita ndr.). Per logica potrebbe inserirsi quale vice-Banks, dando minuti importanti al leader Allianz, preservandolo per i finali di partita. Oppure potrebbe essere messo in un quintetto a forte trazione offensiva a fianco di Davis e Banks, ma con un sensibile indebolimento a rimbalzo e nella marcatura dell’ala avversaria. Un’altra deduzione, neanche tanto “illuminata”, è che lo staff tecnico crede fortemente nelle capacità di Corey Davis in regia, al punto di dare per scontati almeno 30 minuti di utilizzo. Questo sarà un leit-motiv dell’ultima parte di stagione, cioè come Trieste riuscirà a gestire un unico regista (Daniele Cavaliero farebbe fatica, se pressato sui 28 metri) per un’intera partita. In quest’ottica la strenua difesa delle sensibilità di Sagaba Konate ha un senso, in primis perché un lungo con deciderà mai le partite, in seconda battuta perché si è scelto di rafforzare il reparto esterni cercando di recuperare il maliano; Konate ha dimostrato che, con la calibratura giusta, è uomo che può garantire una doppia cifra per punti e 6/7 rimbalzi… fatturato non trascurabile. Inoltre c’è la crescita di Alessandro Lever quale additivo ad un reparto che stava lasciando Marcos Delia a soffrire di solitudine (e di un rendimento altalenante). Difficile vedere Jason Clark sabato sera contro la Segafredo Bologna per la solita burocrazia (il tesseramento deve essere fatto entro le 12 di oggi), ritardata anche dal “visto”; anche se le ultimissime parlano di un lavoro affannato societario per poterlo rendere disponibile già contro la Virtus. Il giocatore quindi lavorerà forte con il gruppo per essere tirato a lucido nella difficile quanto importante trasferta a Reggio Emilia.

Raffaele Baldini

Pubblicato il marzo 31, 2022, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: