Annunci

Le pagelle: Cavaliero e Prandin i migliori

ANG_0299

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

PAGELLE

 Alma Trieste

 

Giga Janelidze: voto 5

Gioga 26 minuti impalpabili: subisce Diliegro tutta la partita, non è produttivo in attacco. Finisce con 6 punti e 5 rimbalzi, ma è l’anello debole della sconfitta in terra forlivese.

Javonte Green: voto 6

Inizio devastante con schiacciate e voglia di giocare, poi l’allenatore lo spegne facendolo sedere in panchina. Torna sul parquet in versione indolente, collezionando palle perse (7) e corricchiando qua e là senza costrutto.

Juan Fernandez: voto 6/7

Solo un fortuito colpo in testa può fermare l’argentino quando è in serata: due triple e una regia solidissima prima dello stop forzato. Un altro colpo subito nel secondo tempo lo finisce ed è un colpo ferale per l’Alma. Chiude con 6 punti e 2 triple.

Andrea Coronica: voto n.g.

Lorenzo Baldasso: voto 4/5

Mai in partita, tira 4 volte senza centrare mai il bersaglio. Anche la difesa questa volta latita.

Daniele Cavaliero: voto 7/8

L’ultimo ad arrendersi, prova con la classe che gli è propria a rimettere il match in sesto ma non basta: 19 punti, 4 triple e bel 7 falli subiti alla fine per lui.

Lodovico Deangeli: voto n.e.

Federico Loschi: 6

Sfruttato 17 minuti (poco), l’ala piccola tiratrice sporca una sola volta lo scout, insaccando un tiro da due e una tripla. Meritava più considerazione vista la serata di Baldasso, l’uscita di Fernandez e l’evanescenza di Green.

Matteo Da Ros: voto 6

Primo tempo silente e con qualche sbavatura, poi sembra riprendere la leadership del gruppo segnando punti pesanti e scaricando palloni importanti per i compagni. Finisce con 12 punti, 5/10 dal campo, 6 rimbalzi ma ben 5 palle perse.

Laurence Bowers: voto 5

Molle in difesa e distratto in attacco, involuzione pesante dell’americano in canotta biancorossa in quel di Forlì. Non hanno aiutato i cinque falli fischiati da una terna arbitrale “molto concentrata” su di lui.

Roberto Prandin: voto 7/8

A qualsiasi latitudine e longitudine, in ogni condizione ambientale e con gli astri a prendersi gioco dei destini del mondo, il “Bobo” nazionale non smette di giocare la propria pallacanestro. Peccato che nel finale imploda con la squadra.

Matteo Babich: voto n.e.

 All. Eugenio Dalmasson: voto 5

Raffredda colpevolmente in panchina uno strepitoso Green (ulteriore prova di maturità?), perdendolo poi tutta la partita. Sfrutta Janelidze a tempo indeterminato ricavando poco o nulla e ha la sfortuna di aver consumato i time out per l’ultima giocata della partita. Serata no.

Annunci

Pubblicato il gennaio 22, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: