Altro che debuttante, Tortona è già una realtà credibile vincendo a Trieste con autorità

Esordio della Bertram Tortona in Supercoppa, ma soprattutto la prima immersione nelle acque nobili della massima serie, peraltro in un teatro come quello dell’Allianz Dome, di assoluto prestigio. La compagine di coach Ramondino (senza Sanders e Cannon) affronta l’Allianz Trieste (priva di Campogrande) reduce dal convincente successo in terra trentina di 48 ore fa.

Applauso convinto della platea giuliana per l’ex Chris Wright, apprezzato a dir poco qualche stagione fa in maglia biancorossa. Alti ritmi dalle prime battute con Sagaba Konate subito sugli scudi con 4 punti consecutivi; Tortona sbaglia tanti tiri non contestati ma si trova a contatto, 4-3. Allunga l’Allianz sulle ali di una buona fase difensiva, parziale 5 a 0 chiuso da un canestro di Daum; l’ala forte tortonese fa tante cose intelligenti sul parquet, foriere di produzione offensiva, 12 punti e sorpasso ospite sul 11-12. Break tramortente della Bertram con un Daum infermabile (14 pt.); sul 11 a 16 coach Ciani chiama time out. Anche Filloy sente aria di casa (ex anche lui), colpisce nella “terra di nessuno” difensiva con regolarità; primo quarto chiuso sulla tripla allo scadere di Mascolo, 13-21. Grande personalità nella squadra di Ramondino, con le due fasi ben oliate: 16-26 sull’ennesimo canestro di Severini. Chris Wright, nonostante l’assenza di ritmo partita, trova sempre la soluzione più giusta, con precisione; nuovo time out chiamato da coach Ciani. Tante palle perse in casa Allianz anche in questa seconda partita di Supercoppa, vantaggio comodo degli ospiti sul 24-36. Gioca a memoria la Bertram, con spaziature magnifiche in fase offensiva e giocatori intelligenti a sfruttare le debolezze giuliane; +16 addirittura su tripla di Filloy, a 2 minuti dal termine della seconda frazione. Squadre all’intervallo con un sorprendente 29-51 sul tabellone.

Konate a spallate prova a svegliare i suoi dal torpore, agevolati anche da un inizio superficiale di Tortona; dalla parte opposta però c’è già un possibile Mvp stagionale, Mike Daum. Arrivato a quota 20 punti, abusa di Grazulis e soci a proprio piacimento: 37-56. Altro che debuttante, la Bertram colpisce senza preoccuparsi di dove si trova, con grande raziocinio offensivo, Trieste è ancorata a soluzioni estemporanee. L’Allianz prova ma con tantissima fatica a dare un senso alla serata, Fernandez nel traffico per il -14. Ariel Filloy è sempre l’assicurazione tortonese per ricacciare indietro i triestini, terzo quarto chiuso sul 56-69. Rosicchiando qua e là l’Allianz si trova a -10 a 8 minuti dal termine, pur senza dare l’impressione di cambiare l’inerzia; un solido Severini mette un canestro dai tre metri per smorzare gli entusiasmi dell’Allianz Dome. Daniele Cavaliero ci prova con 5 punti di fila, ma Tortona è bravissima a speculare con viaggi in lunetta. Konate schiaccia per il -6 accendendo l’Allianz Dome; sempre Cavaliero fa due sciocchezze nel momento clou vanificando il tentativo di rimonta triestino, ovviamente materializzato dalla tripla di Daum. Finisce 73-89, la Bertram Tortona si affaccia col botto alla serie A, per Trieste una serata con più ombre che luci.

Raffaele Baldini

Pubblicato il settembre 6, 2021, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: