Le chiavi contro Tortona. L’Allianz riabbraccia il proprio pubblico

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

Analizzare la Bertram Tortona è esercizio di pura chiaroveggenza, in quanto la compagine di coach Ramondino ha giocato le due amichevoli di pre-season senza Chris Wright, Jamarr Sanders e Julien Cannon, in pratica la struttura portante della squadra.

Preparazione e lavagna tattica

La lavagna tattica del duo Ciani-Legovich non può essere altro, per i presupposti di cui sopra, un bel foglio bianco su cui scarabocchiare linee di Mirò (citando Gianna Nannini), perché in meno di 48 ore e con un allenamento a disposizione, non si può veramente pianificare nulla di particolare tatticamente. In più le assenze ospiti di Wright, Sanders e Cannon (chi ci sarà di loro?) non possono in alcun modo materializzare un’idea di squadra da affrontare. Viceversa, coach Ramondino, ha un quadro d’insieme dell’Allianz nitido e palesato dalla prima uscita stagionale; non solo, la Bertram Tortona non ha le scorie della prima partita di Supercoppa giocata.

Ritmo partita

Pur considerando che Tortona ha effettuato uno scrimmage mercoledì contro Varese (perso per 89-88), il ritmo partita vero lo si immagazzina quando contano i due punti in palio, quando quel pizzico di emozione ti morde il fiato. Da questo punto di vista Trieste ha un vantaggio (oltre che morale dettato dalla vittoria a Trento), serve sfruttarlo soprattutto nei primi minuti di partita.

Chi ci sarà?

Le ultimissime danno in campo Chris Wright e Jalen Cannon, mentre Jamarr Sanders è in arrivo dagli States. In prima battuta ci sarà l’occasione per applaudire  Chris Wright, protagonista di un’ottima stagione in maglia biancorossa, lasciando tanti estimatori al suo passaggio. Qualora fossero confermate le presenze, la Bertram avrà l’asse play-pivot (assieme a Cain) formato, eccellente banco di prova sia per l’atavico problema di Sanders di difendere su avversari più strutturati fisicamente, sia per il reparto lunghi Allianz messo a confronto con uno di ottimo valore.  A proposito di lunghi, occhio a Mike Daum, giocatore proveniente da un campionato più  importante (ACB), uno che abbinato ai compagni di reparto, può fare tanto male e lo ha dimostrato nelle prime amichevoli.

Pubblicato il settembre 6, 2021, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: