Pagelle Allianz: Konate è un problema, Mian paga per tutti e quella regia spenta. Banks favoloso

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

CAVALIERO, voto: 5
Ottima sintonia con Marcos Delia nel primo tempo, purtroppo spegne sul ferro triple che normalmente mette a occhi chiusi. Improvvido passaggio alto per Konate sul -13…materiale per far arrabbiare gli allenatori.

KONATE, voto: 4/5
Tre fallo in tre minuti, il rapporto con la terna arbitrale ormai è ai livelli “Guerra dei Roses”, ma la scaltrezza del giocatore è pari a quella di Verdone nelle vesti del figlio di Sordi ” In viaggio con papà”. Mettiamola così, se anche sei vittima di un metro arbitrale, il tuo atteggiamento apre un “concorso di colpa”. Peccato perchè in pochi minuti da fastidio e Watt…

FERNANDEZ, voto: 5
Inchiodato sulle gambe subisce gli uno contro uno lagunari e concede rimbalzi offensivi a De Nicolao (!). Non bastano gli ultimi canestri per restituire un playmaker che riconoscevamo come certezza nello scacchiere Allianz.

SANDERS, voto: 5/6
Preferita la regia più lucida ma compassata di Fernandez rispetto a quella istintiva dell’americano, anche perchè viene mortificata da due stoppate siderali. A gambe avversarie stanche fa la differenza in penetrazione e infila anche una tripla. Chiude con 11 punti.

MIAN, voto: 4
Per minuti e tiri presi sembra il “figlio del presidente”, la realtà è che essendo l’unica ala piccola gode di spazio e fiducia del coach, non sempre ripagati. Si fa battere da Tonut diverse volte, non entra mai in partita e chiude con 4 punti e 1/7 dal campo.

BANKS, voto: 7/8
Primo tempo paradisiaco dell’uomo di Memphis: 14 punti senza errori, a prescindere del diretto avversario. Bisogna abbatterlo per fermarlo, fra colpi allo stomaco e sportellate. Lui risponde con 23 punti, 5/5 da tre punti e 4 assist, onnipotenza mitigata con l’incedere del match.

GRAZULIS, voto: 5
Versione Petrektek del “cinema polacco”, monocorde e in bianco e nero. Come sempre quando il lettone non “aggredisce”, il gruppo paga le conseguenze. 5 punti, 2/6 dal campo e solo 3 rimbalzi nello scout di fine partita.

LEVER, voto: 7
Ottima presenza sul parquet, sia nel provare a mettere un po’ di ruvidità su Watt (così si lavora per il futuro), sia nel prendersi responsabilità offensiva. 10 punti, 2 triple e 4 rimbalzi, la parentesi in Nazionale sembra aver aggiunto un’ulteriore dose di autostima al lungo biancorosso.

DELIA, voto: 7
Qualità, qualità e ancora qualità nella fase d’attacco, con consueta profondità e illuminate assistenze ai compagni; meno incisivo nel secondo tempo, anche perchè coach Ciani prova a recuperare Konate alla causa.

All. CIANI, voto: 6
Può poco contro lo strapotere di Watt, avendo Konate praticamente fuori dai giochi. Difesa non adeguata, poco attenta al lato debole e nell’accoppiarsi a rimbalzo. Sinceramente si vedono più colpe nei protagonisti sul parquet (scelte e attitudine) che nella costruzione tattica della partita.

Pubblicato il novembre 22, 2021, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: