Pagelle Trieste: Bartley inguardabile difensivamente, Spencer non sta bene. Il migliore è Terry


Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

BOSSI, voto: 7
Clamoroso approccio al match con cinque punti in un amen e tripla insaccata da Basovizza. Prosegue la sua rimarchevole prestazione anche nel secondo tempo, bella risposta da uno che ci tiene.
RUZZIER, voto: 6
Manca il “barba” in quintetto e stranamente la squadra, dopo un balbettio iniziale, gira a dovere. L’ “uomo mascherato” non avrà una lucidità di sempre, fatica a trovare quel tiro da tre punti che ha in faretra, ma è sempre il faro in regia con 11 e 7 assist.
CAMPOGRANDE, voto: 5/6
Sale e scende la febbre, così come la balistica del tiratore. Vivace sui 28 metri di parquet, ma un giocatore che ha nel tiro la caratteristica principale non può uscire completamente indenne dal 3/8 dal campo.
BARTLEY, voto: 3
L’americano ha una fase difensiva credibile come le offerte sulla telefonia. In attacco questa volta è costretto (vista l’assenza del compagno di merende) a prendersi responsabili e quindi tiri, anche a costo di forzarli. Continua a giocare per il tabellino, senza cuore, senza senso di squadra. Indifendibile.
STUMBRIS, voto: 5/6
Il lettone è di una “ignoranza cestistica” poetica; senza coscienza, senza pensare, con grande incisività nel primo tempo. Esagera ad inizio secondo tempo, spegnendo anche la sua verve inziale.
DEANGELI, voto: 6
Immacolata prestazione, ossimoro per un combattente come lui.
VILDERA, voto: 6/7
Gladiatorio nel primo tempo, sempre senza saltare il foglio di Gazzetta ma con i gomiti appuntiti; se Bartley avesse la sua attitudine sarebbe realmente un giocatore da Eurolega.
SPENCER, voto: 4/5
In linea con la prestazione di Varese, con un “timing” sbagliato sui rimbalzi e negli interventi difensivi, problemone per una fase della stagione delicata come questa. Chiude con 2 punti, un tiro tentato e 2 rimbalzi. Una istantanea dal passato…
LEVER, voto: 5
La metafora del “soffione”, fiore che al primo alito di vento, disperde i propri semi. C’è il tiro da tre punti che sussurra parole d’amore, gli avvicinamenti a canestro sono improperi per leggerezza eccessiva. Acerbo.
TERRY, voto: 7
Bella energia nel primo tempo, volitivo in fase difensiva ed efficace in attacco sfruttando la verticalità non opponibile dai sardi. Mantiene una presenza di spirito anche quando il match si spacca in due, chiude con 16 punti e 6 rimbalzi.


All. LEGOVICH, voto: 5
Atterra sull’isola con le stesse certezze sull’apertura della galleria di Piazza Foraggi. Fuori Davis, Spencer sotto tono, Campogrande convalescente e Bartley che gioca per sé stesso, non puoi fare più di tanto. La scelta della difesa a “zona” anche questa obbligata ma non si è mai visto eseguirla così male. Ora serve una magia per strappare la salvezza nella massima serie.

Pubblicato il aprile 20, 2023, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: