Annunci

Verso il big match: in casa Fortitudo…

maxresdefaultAlma Trieste e Fortitudo Bologna, una sfida diretta destinata a protrarsi per lungo tempo. Ma c’è un gustoso secondo atto alle porte, giovedì 8 Febbraio al PalaDozza con un tutto esaurito confermato e il retaggio del primo match incrociato finito 99-74 per gli uomini di coach Dalmasson. Sul fronte felsineo la noia non è di casa, al di là delle schermaglie dialettiche delle ultime settimane fra stampa locale e coach Matteo Boniciolli. Derubricate le esternazioni improvvide di Robert Fultz con piena soddisfazione di tutti (17 punti nell’ultima sfida con Ferrara), ora la “Effe” è alle prese con la questione Alex Legion; l’americano è ufficialmente fuori rosa da mercoledì, in procinto di passare alla Dinamica Mantova ma con un possibile buyout imposto dalla società del Presidente Pavani. Nel pomeriggio di ieri la conferma dell’accordo avvenuto, per cui l’americano sarà a disposizione di coach Lamma dalle prossime ore. C’è comunque fermento, con la partenza di Legion una possibile chiave di lettura per l’identikit del nuovo acquisto potrebbe ricondurre ad un playmaker puro, spostando McCamey in guardia. Tramonta per ora l’ipotesi di rinforzare il reparto lunghi. I giorni passano e la clessidra che consuma rapidamente i granelli di sabbia potrebbe costringere Bologna a scendere sul parquet contro Trieste senza il secondo straniero. Peraltro giorni fa era stato offerto il regista greco Nondas Papatoniou del Larissas Faros. Per quello che riguarda il roster attuale, Stefano Mancinelli torna in gruppo dopo il lavoro di 15 giorni differenziato con il preparatore atletico Parisi e sarà a disposizione di Stefano Comuzzo in vista della trasferta di Orzinuovi. Sarà da capire anche chi sarà il timoniere della Fortitudo che affronterà Trieste, visto che Matteo Boniciolli è in convalescenza ma ha una logica voglia matta di guidare la squadra nel big match. Le parole di Comuzzo nel post partita non chiariscono la tempistica del rientro: “Boniciolli? Si è complimentato con tutti, non ha guardato tutta la partita perché si innervosiva, ma era molto contento. Aspettiamo che si rimetta in sesto. Poi, un’ultima analisi su quello che è il leit motiv delle ultime stagioni dell’ aquila sotto l’egida dell’allenatore triestino: “Faccio notare che le squadre di Boniciolli non hanno mai fatto regular season clamorose, perché lui sa che deve farsi trovare pronto dopo, nei playoff. E’ lì che conta, ed è quello che sta cercando di fare, anche con qualche difficoltà in più, qui in Fortitudo. Se si vuole vincere, non possiamo prescindere dal suo lavoro.”

Annunci

Pubblicato il febbraio 2, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: