Pagelle Allianz: Esordio di Campogrande da raccontare ai nipoti, Banks leader, slanci di personalità di Sanders e Lever

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

CAVALIERO, voto: 5
Della Valle gli fa fare tutti il giro del Carso prima di ricevere la palla, trovando anche la terna arbitrale accondiscendente. Ci mette l’orgoglio, non prova nemmeno una conclusione in attacco.

KONATE, voto: 6
“Sagy”, te ne sei andato un attimo…e già ci mancavi. Riparte da una poderosa schiacciata, “posterizza” Cobbins nel secondo tempo facendo saltare dalla sedia tutto il palazzo. Match da gestire post infortunio, 4 punti e 8 rimbalzi in 24 minuti. L’importante che ci sia, in area è presenza.

FERNANDEZ, voto: 5/6
Risulta ancora essere sotto tono fisico, complessità acuita dal partire dalla panchina (raffreddamento post riscaldamento). Lucido nel finale ma per Trieste è necessario ritrovare il “lobito” vero, quello che azzanna le partite da subito.

SANDERS, voto: 6
Titubante, “elmorizzato” in regia e “deliazzato” ai tiri liberi; se il contributo è questo, ma soprattutto l’incisività come regista nel gioco d’attacco biancorosso, forse merita ragionare nell’ottica di considerarlo secondo play. Non gli manca certo la personalità nel prendersi un paio di penetrazioni importanti nel finale.

MIAN, voto: 5
Non riesce niente all’esterno friulano, ci mette l’impegno nel finale nell’arginare Amedeo Della Valle. Spartendosi con Campogrande il minutaggio e quindi deresponsabilizzandosi leggermente, può ritrovare serenità.

BANKS, voto: 7/8
Quando è fresco è talento materializzato a giocatore di basket. Primo tempo da 16 punti e due soli errori dal campo. Per il momento ha 20/25 minuti di autonomia, ma quando conta…è decisivo. Chiude con 25 punti e 8/8 ai liberi, cosa non trascurabile in una partita di questo tipo.

GRAZULIS, voto: 6/7
Per buona parte della partita è granitico per solidità cestistica; poi si perde in qualche pallone gettato e in errori su tiri “aperti”. Alla fine comunque chiude con 10 punti, 3 rimbalzi e 3 assist, giocando i minuti decisivi.

LEVER, voto: 6/7
Pessima presenza a rimbalzo, vede sorvolare tutti i diretti avversari sopra la propria testa. Poi uno scatto di cristallina personalità, tripla pesantissima e due liberi per riportare avanti Trieste. Alla sua età…è tantissimo.

DELIA, voto: 5/6
Sempre eccellente nel dare linee di passaggio profonde agli esterni biancorossi; se segnasse anche i tiri liberi…si spegne durante i quaranta minuti, innervosendosi anche con coach Ciani. Chiude con 6 punti e 2 rimbalzi.

CAMPOGRANDE, voto: 9
Esordio da favola, 13 punti con 5/5 al tiro in 8 minuti di primo tempo. Segna poi un libero nei cinque minuti della ripresa ma è già entrato nel cuore dei tifosi. L’avevamo detto, sottovalutato in sede di mercato per quanto può dare alla squadra.

All. CIANI, voto: 6/7
Troppa lentezza nei giochi d’attacco porta a inevitabili palle perse. Poi Campogrande gli toglie qualche castagna dal fuoco, dando anche equilibrio offensivo alla squadra. Bravo nell’osare Lever e soprattutto nel rimetter il quintetto forte (con Banks e Konate) quando contava.

Raffaele Baldini

Pubblicato il ottobre 11, 2021, in BASKET NAZIONALE E INTERNAZ., BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: